• Oggi mi sento

    My Unkymood Punkymood (Unkymoods)
  • calendario

    aprile: 2007
    L M M G V S D
    « Mar   Mag »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  
  • tag

  • articoli recenti

  • se vuoi scrivermi

  • Stats

    • 664,399 visite, grazie mille

Il lino, questo sconosciuto…

82.gif 

Piccola digressione sui tipi di lino (à ma façon…), tutti quelli che, più o meno, ho utilizzato nei miei ricami.

Conversione da fili a count:

16fili- 40ct. linen
14fili- 36ct. linen
13fili- 32ct. linen
12fili- 30ct. linen
11fili- 28ct. linen

Zweigart: la sua regolarità è impeccabile e si presta ai lavori a due capi di mouliné il 28ct e il 32ct e a 1 capo il 36ct o il 40ct, i colori sono molti e si trovano anche in Italia, ultimamente ha fatto anche gli hand-dyed (tinti a mano), io ne ho provato uno tinto e uno “dipinto”…ma preferisco il tinta unita. E’ ideale per ricamare con la seta perché non sfilaccia il filo.

Wichelt / Permin: pur essendo molto regolare è più rado e più duro, spesso taglia il filo, ma conosco ricamatrici che adorano ricamare sul lino rigido.

Graziano: è a metà strada tra i due, le varietà sono molte per l’11 fili invece per il 13 fili le disponibilità sono ridotte, grezzo, ecru e bianco, per esempio non fanno il quadrettato…

Lakesides: uno dei miei preferiti, non a caso alcune basi sono Zweigart, in Italia difficile da trovare, è abbastanza morbido pur essendo un lino trattato per crearne delle sfumature, molto spesso le colorazioni sono uniche. Alcune volte la trama si riduce e da un 32ct si arriva ad un 33ct dopo il trattamento,la durezza del lino dipende dai processi di seccaggio dello stesso.

R&R: è molto di moda, ha un costo abbastanza elevato, ed è in sostanza il lino wichelt molto strapazzato e quindi, se si può, ancora più indurito dal trattamento della colorazione, ma spesso ha sfumature e colorazioni che non si trovano da nessuna altra parte. Anche in questo caso la trama si infittisce per cui si hanno misurazioni tipo 35ct…spesso il trattamento lo rende storto.

Birds of a Feather: è simile al R&R e costa ancora di più, molto spesso questi lini sono colorati dai disegnatori stessi per sposarsi al meglio con gli schemi.

Bellora: è prevalentemente un lino da ricamo classico e quindi impeccabile nella sua regolarità, trama molto fitta, anche se esistono trame da 14 fili che si possono usare per le crocette. Le colorazioni sono comunque standard.

Country French e Legacy: In casa ho qualche pezzetto di questi due tipi di lino che ho acquistato su ebay, molto regolari e morbidi.

Nicky mi fa sapere che esiste anche il lino “Glenshee, è un tipo di lino che viene dalla Scozia e ne è distributrice eclusiva Maureen Appleton della Heart’s Content. Si presenta in 32 o 28 ct, ideale per over one come li usa lei per ricamare i suoi disegni. Esiste nelle tonalità naturali dei nocciala moka,  giallini, ocra, lillà un pò scuro, blu e rosa, questi colorati sono spesso un pò variegati. Costa tantissimo ma mai come un Bof, ci ho lavorato, non so ancora dirti se mi piace davvero, cioè quando lo vedi ti innamori, non direi lo stesso ricamandolo, a meno che tu lo ricami su un filo, per questo è davvero unico”

Dal momento che lei mi sembra molto esperta, le ho chiesto anche dellle info sul Northern Cross, lino molto usato negli USA che però non esiste nelle tonalità variegated.

Questo articolo mi sembra molto utile per chi vuole aumentare la propria conoscenza sui tipi di lino, per cui lo aggiungo come pagina in alto, sopra il mio logo, a fianco della pagina “home”… non esitate a mandare commenti o ulteriori approfondimenti !

E voi ? Di preferenza, che lino usate ?

11260168_p.gif

Annunci

5 Risposte

  1. grazie mille per questi tuoi insegnamenti sul lino fino ad oggi pensavo chi il lino fosse lino ….
    non pensavo a tutte queste varianti ,adesso mi stampo questo foglio e lo tengo nella scatola del ricamo.
    mi piacciono queste lezioni ,sarebbero interessanti anche su i punti
    strani.
    ci vediamo stassera?

  2. decisamente lo Zweigart viene per me prima di tutti! Il Permin mi è davvero ostico e di conseguenza anche il R&R. Il Lakeside non l’ho ancora provato, della Graziano amo molto i colori ma come trama decisamente più il Siena a 13 fili del Riviera ad 11.
    Tra gli sfumati decisamente continuo a preferire la Silkweaver ad altre marche, sfumature più tenue e quindi più facilmente utilizzabili, e poi adoro i vintage della Zweigart, specie il Country Mocha che ho usato con successo per diversi ricami sia primitive che eleganti :o)

  3. Brava, hai descritto davvero bene il tutto. Io preferisco Lake side, quando vado negli USA ne acquisto parecchio da ricamare di rendita per un anno. R&R è bellissimo ma a volte troppo stropicciato . Diciamo che il mio favorito è Lake side ‘vintage’.Baci.Niky.

  4. Ciao Niky, detto da te è veramente un complimento…io comunque preferisco lo zw, le crocette si fanno da sole…

  5. ha bon ? je croyais que la 12 fils donnait du 32 count ???
    Pour moi la Zweigart est la Rolls des toiles, pas donnée, mais tellement agréable à broder !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: